Dordogne

La Dordogne, deve il suo nome al fiume Dordogne che nasce ai piedi del Sancy e si unisce al disegno di legge Garonne a Ambès, dopo un viaggio di 472 km. Si attraversa il dipartimento da est a ovest, nella parte meridionale. Un Dipartimento di Périgueux “o” Périgord “è stato creato con decisione della Costituente il 25 gennaio 1790. Solo un mese dopo, 26 febbraio 1790, il nome della Dordogna è stato mantenuto dopo l’adozione definitiva della lista dei dipartimenti francesi. La Dordogne si è formata quasi tutta la ex provincia di Périgord (786.048 ettari) e parte di Agen (99.250 ettari), i paesi appartenenti sia al vecchio Guyenne e di una parte del Limousin (25.858 ettari) e Angouleme (30.250 ettari). Dal 1972, quando sono stati creati 22 regioni francesi, la Dordogna è collegato al Aquitania.
La Dordogne deve molto della qualità del suo paesaggio e dei colori alla sua fitta rete idrografica: è infatti attraversata da nord a sud dalla Bandiat, Dronne, il Auvézère Isle, la Dordogna, la Vézère e il residuo di cibo. Solo la Dordogna e Isola (almeno fino Périgueux) sono navigabili. La Dordogne gode di un clima marittimo, eminentemente temperato, grazie all’influenza della Corrente del Golfo, le cui acque sono calde il riscaldamento del fronte oceano d’Europa. Tuttavia, le temperature invernali frequenti influenze continentali inferiore.
Partager cette page ...
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn